APP MY FEDERVELA, TUTTA LA VELA NEL TUO SMARTPHONE

MY FEDERVELA

L'App per rimanere sempre in contatto con la FIV

La vela in tasca, tramite l'app gratuita MyFedervela. Disponibile nella versione Android dalla release 5.0 e per Apple IOS, l'app consente ai tesserati FIV di poter visualizzare la propria tessera FIV digitale, gestire i propri documenti (certificato di stazza, assicurazione, ecc), così come monitorare le proprie sessioni di allenamento e condividerle con il proprio allenatore. Inoltre, attraverso l'app MyFedervela è possibile effettuare le preiscrizioni alle regate, iscriversi ai corsi di formazione della FIV, così come consultare le normative o il Regolamento di Regata. Nella sezione "Comunicazioni" verranno poi inserite le comunicazioni dedicate ai tesserati. L'applicazione è in continua evoluzione e offrirà sempre più servizi ai tesserati e alle società affiliate, andandosi ad integrare con la Intranet federale e con i più diffusi applicativi per la gestione delle classifiche di regata.

TERRA DI BARI

Luoghi nelle vicinanze

Bari Vecchia

Bari Vecchia

Bari nasconde tra le pittoresche stradine del cuore della città, una storia tutta da conoscere e da (ri)scoprire.

Spesso si tende a passeggiare tra una meraviglia e un angolo nascosto della cittadina, senza però soffermarsi sui dettagli che il capoluogo della Puglia ha da offrire. Ogni piccolo particolare, infatti, nasconde al suo interno una vicissitudine degna di essere raccontata.

UNA STORIA ANTICA
Il retroscena di questo territorio al centro della regione è così antico che a fatica si riesce a scovare le sue origini molto remote. Ciò che si sa è che la vecchia Bari, sorta a ridosso delle acque cristalline di una costa facilmente dedita all’insediamento, riuscì a resistere alle invasioni dei Greci, fin quando non fu costretta a cedere alla potenza dei Romani, che riuscirono a conquistare il luogo, che fu reso in pochissimo tempo uno dei Municipium più importanti di tutto il territorio. Questo florido periodo si è poi susseguito con il passare dei secoli fino all’arrivo dei Normanni, i quali resero il porto uno dei principali dai quali compiere l’imbarco delle crociate. Oltre a periodi di eccellenza, la cittadina pugliese ha anche avuto dei momenti di sconforto, come quello avvenuto durante il Malo, Guglielmo I, che distrusse tutta Bari ad eccezione della Basilica di San Nicola. L’attuale aspetto della città lo si deve a Federico II di Svevia, il quale durante il suo periodo di governo ha permesso alla stessa di continuare a brillare di luce propria grazie all’importante slancio donato all’arte, all’architettura e alla cultura.

Leggi Tutto

Bari Sotterranea

Bari Sotterranea

Il nostro percorso nella storia di Bari attraverserà le complesse stratificazioni celate nel sottosuolo della metropoli, e consentirà di viaggiare indietro nel tempo, dall’età romana a quella tardo-antica, alla scoperta di tante chiese e di meravigliosi angoli in cui si potrà rivivere l’atmosfera di 1000 anni fa.

Castello Normanno Svevo alla scoperta dei resti dell’epoca bizantina; Chiesa di Sant’Appolinare con il suo sepolcreto, le abitazioni, le botteghe, le officine, i pozzi e il focolare e il “Succorpo” della Cattedrale romanica, dove si dispiega un’articolata area archeologica il cui elemento di maggior pregio è il mosaico policromo voluto da Timoteo, intorno al VI secolo d.C., per decorare la Basilica di S. Maria; Area archeologica di Palazzo Simi (nei pressi della Cattedrale) sede del Centro operativo per l’archeologia di Bari. Elegante dimora palatiata tardo-rinascimentale con i monumentali resti di due chiese sovrapposte di età bizantina e romanica ed esposizioni di reperti e contesti di scavo nella città e nel territorio dell’antica Peucezia.

Leggi Tutto

Castel del Monte

Castel del Monte

Castel del Monte è una fortezza del XIII secolo fatta costruire dall'imperatore del Sacro Romano Impero Federico II nell'altopiano delle Murge occidentali in Puglia, nell'attuale frazione omonima del comune di Andria, a 18 km dalla città, nei pressi della località di Santa Maria del Monte, in provincia di Barletta-Andria-Trani, sulla sommità di una collina, a 540 metri sul livello del mare.

È stato inserito nell'elenco dei monumenti nazionali italiani nel 1936[1] (abrogato nel 2010[2]) e in quello dei patrimoni dell'umanità dell'UNESCO nel 1996.

Nel 2014 è stato il trentesimo sito statale italiano più visitato, con 206.924 visitatori e un introito lordo totale di 518.960 Euro.

Leggi Tutto

Trani

Trani

È un suggestivo gomitolo di viuzze lastricate, il centro storico di Trani, che si specchia nell’acqua con le maestose sagome della Cattedrale di San Nicola Pellegrino, magistrale esempio di romanico pugliese, vertiginosamente alta, e del Castello Svevo, edificato da Federico II, e poi s’inoltra all’interno tra botteghe artigianali, gallerie, ristorantini di pesce e scorci affascinanti. Alle spalle del romantico porto, inizia il quartiere ebraico della Giudecca, dove spicca la Sinagoga di Scolanova, il tempio ebraico più antico d’Europa. Hanno un profilo rinascimentale, le eleganti architetture civili, come Palazzo Caccetta, con fregi tardogotici, e Palazzo Telesio, dalla scenografica vista sul porto.

Leggi tutto

Grotte di Castellana

Grotte di Castellana

Le Grotte di Castellana sono considerate il complesso speleologico più importante d’Italia e d’Europa, si trovano a circa 40 chilometri da Bari, in Puglia e sono il risultato dell’azione erosiva di un antico fiume sotterraneo, che ha plasmato la roccia calcarea.

Le Grotte di Castellana sono un complesso di caverne di formazione carsica che ogni anno attira migliaia di turisti.

Leggi Tutto

Polignano a Mare

Polignano a Mare

Un mare cristallino e la roccia ricamata da cavità impressionanti, scavate dal mare, sono i segni distintivi di Polignano a Mare, conosciuta come la “Perla dell’Adriatico”, a poco più di 30 km da Bari.

Città natale del cantante Domenico Modugno, divenuto celebre con la sua “Nel blu dipinto di blu”, Polignano affascina con il centro storico ricco di tracce arabe, bizantine, spagnole e normanne, come i resti dei quattro torrioni di difesa che cingevano la parte antica dell’abitato.

Leggi tutto

CONTATTI

Piazza IV Novembre, 2
70121 Bari
Tel: 080 5216234
campionatigiovanili2bari2019@circolodellavelabari.it

 

© 2019 Circolo della Vela Bari | All rights reserved. Powered by Abba Solutions.
TOP